Documenti di vita accademica

La collana, nel suo nascere nel 1996, risponde all'esigenza «di offrire allo storico l'opportunità di avvalersi di una fonte, che ha sia il pregio di riunire in un volume un arco di interventi dispersi, se editi, in varie pubblicazioni e quindi di mettere a disposizione dello studioso una massa ingente di informazioni fattuali sulla vita universitaria, sia il merito di restituirci una sorta di autobiografia dell'Ateneo, di disegnarne un ritratto a tutto tondo, che illustra la complessità e la polivalenza delle funzioni, che esso è chiamato a svolgere soprattutto alla luce della sfida dell'autonomia.»
Altro intento è «anche contribuire alla crescita civile dello Studio, favorire una presa di coscienza dei problemi che ha dovuto affrontare e delle prospettive che ha davanti a sé. Per questo [i "Documenti di vita accademica"] si rivolgono a tutti coloro - docenti, studenti, personale amministrativo e tecnico - che sono membri della nostra Universitas e più in generale a tutti coloro che hanno a cuore le sorti dell'Ateneo (...).»
(Piero Del Negro)